Home Destinazioni Destinazioni Africa Africa Marocco Marocco Marocco: L'asfalto scivolava via veloce... L'asfalto scivolava via veloce...

L'asfalto scivolava via veloce...

Racconti e Articoli di Viaggio

Racconto di viaggio in Marocco, tra Fez e Taza, di Robo Gabr'Aoun - Inviato il 13 gennaio 2004 da Robo GabrAoun.

L'asfalto scivolava via veloce...

L’asfalto scivolava via veloce sotto le ruote, quella mattina di dicembre. Nevicava fitto e la coltre nevosa ci aveva costretti ad un ampio giro verso oriente, per evitare i molti valichi chiusi tra Francia e Piemonte sud occidentale. Buio, ancora quasi notte. Anto dormiva mentre la radio raccontava sussurrando le note di Bono. Il mio PatroL era carico più che di taniche, piastre ed altri aggeggi da raid di sogni... valanghe di sogni fatti di sabbia , tracce, silenzio.



Eravamo già stati in Africa, due volte in due anni, ma mai soli. L’emozione era forte, le aspettative molteplici. Mentre guidavo ripassavo l’itinerario che mi ero prefissato, cercando di autoconvincermi che anche senza satellitare sarei stato assolutamente al sicuro. La Francia scorreva finalmente dietro di noi. Ci eravamo posti come obiettivo di raggiungere Tarragona entro sera, per essere a Gibraltar il giorno successivo. La neve aveva lasciato il posto alla pioggia, ma andava rasserenando. Verso Montpellier il sole splendeva. Dialogare spingendo il mio Nissan ai 130 era quasi un’utopia: unito al sibilo continuo della bagagliera che avevo montato sul tetto per trasportare la ruota di scorta di riserva il rombo del sei cilindri era impressionante. Con il finestrino aperto per lasciare uscire il fumo della mia pipa il frastuono diveniva davvero insostenibile.

"Togliamo?" "E dai, togliamo!"



La bagagliera finisce smontata nel capiente vano bagagli, insieme alla ruota. Eravamo ancora in Francia e già il PaTrolone sembrava un deposito di attrezzi e ciarpame! Ma perlomeno si poteva parlare senza proprio urlare. Oddio la coda! Una colonna immensa di auto poco prima di Perpignant riempie l’autostrada. Incidente stradale. Ne approfittiamo per fare un boccone e mettere un po’ di nafta nell’assetato motorone 3.300 cc.

Entrati in Spagna il traffico si farà più scorrevole, mi dico fiducioso, ed eccoci imbottigliati in un ingorgo apocalittico poco prima di Barcellona. Alle 20 siamo appena oltre la periferia sud della metropoli iberica. Continuiamo imperterriti a guidare: o Tarragona o Morte!, anzi Muerte tanto per essere in tema.

Mi prende uno di quei colpi di genio per cui mia moglie, poi, mi prende per il culo ad libitum: abbandono l’autostrada e proseguo sulla Nazionale. Caos, un paese dopo l’altro, incroci mostruosi etc... Arriviamo a Tarragona verso le 22, distrutti (siamo in marcia dalle 6 di mattina) e finiamo, ovviamente, in un hotel pietoso,ovviamente scelto dal sottoscritto, in cui consumiamo una cena altrettanto ovviamente orripilante a base di pasti precotti insipidi. Stendiamo un pietoso velo sul colpevole della inopportuna scelta di cenare all’interno dell’Hotel, per evitargli ulteriori anni di prese per il sedere. La serata finisce in maniera sublime con la Tv della camera che offre Jena Plinsky in lingua spagnola,che anziché creare suspence mi fa quasi ammazzare dal ridere!



Mattina, ore 6,30. Partiamo. Nemmeno 200 metri oltre l’albergo ci fermiamo a fare colazione in una stazione di servizio. Mia moglie mi fa notare il braciere con le costate fumanti e l’incredibile quantità di cibi allettanti che un’altrettanto incredibile quantità di persone sta consumando, dai gamberoni alla piastra alla paella (sono non ancora le 7 del mattino... sono pazzi questi spagnoli). Se penso alla cena precotta mi viene da piangere. continua "L'asfalto scivolava via veloce..." (Pubblicato il 13 gennaio 2004) - Letture Totali 349 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Marocco: tutti gli articoli/racconti Marocco: tutti gli articoli/racconti
5 Cose da sapere prima di andare in Marocco 5 Cose da sapere prima di andare in Marocco. Per molti viaggiatori, il Marocco è solo un breve viaggio in traghetto e da una delle comp...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi 5 Cose da sapere prima di andare in Marocco su Twitter
Su e giù per il Marocco Su e giù per il Marocco. Dal titolo si capisce che abbiamo corso: una settimana cercando di vedere e avere tutto, s...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Su e giù per il Marocco su Twitter
Di corsa per il Marocco Di corsa per il Marocco. Un viaggio tra gole rocciose, palmeti verdissimi, spiagge lunghissime e dune del deserto b...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Di corsa per il Marocco su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella