Lontani da Cancun

Itinerari, Tour e Idee di viaggio

Itinerario attraverso Yucatan e Chiapas, di Caterina Morina per www.viaggiscoop.it

Lontani da Cancun

Sito o fonte Web: www.viaggiscoop.it Dal finestrino del volo BluPanorama in atterraggio all'eroporto di Cancun, ho visto per la prima volta il mare dei Caraibi..

L'azzurro turchese della Riviera Maya, la sabbia bianchissima di questa straordinaria terra, il verde acceso della vegetazione, che si estende fino a perdersi nell'orizzone, fa da cornice al possente e sregolato proliferare di hotel e resort nel litorale.

Già dall'alto avevamo capito due cose: 1) Che ci saremmo innamorati subito della terra messicana
2) Che Cancun, con tutto quel labirinto di super-hotels non faceva per noi

Prima di atterrare, si ha una panoramica perfetta dell’incredibile sviluppo urbanistico della costa: la possente Zona Hotelera con le sue costruzioni onnipresenti… un po’ più indietro, la città vera dove vivono i messicani. In nessun altro luogo come questo, purtroppo, ci appare così netta la separazione tra turisti e locali.

E così, dopo una notte passata a Ciudad Cancun, in una pensione lontana dalla spiaggia, abbiamo deciso di partire subito per ricercare il "Messico" e farci sedurre dalle spiagge interminabili, silenziose e solitarie che la costa può ancora offrire.

Visitiamo il sito di CHichen Itza, raggiungendolo con un bus privato di seconda classe, iniziamo a familiarizzare con la gente del posto durante il viaggio, bambini con i quaderni di scuola, timide signore con le buste della spesa che tornano al loro villaggio e una strada polverosa che taglia in due il nulla e piano piano ci conduce alla meta.

Proprio dove si paga il biglietto di ingresso al sito archeologico, c’è un comodo deposito bagagli ,e, una volta alleggeriti delle nostre cose, iniziamo, un po’ emozionati, la visita dello splendido complesso di rovine maya. All’ingresso, nascosta appena da un albero, la piramide … cuore e simbolo dello Yucatan; ripenso a quante volte ho visto la sua foto su libri e giornali ed è strano pensare di esserci proprio di fronte .

Le rovine di Chichen sono imperdibili anche per il tempio delle mille colonne, e l'osservatorio astronomico, testimoni di un vecchio mondo che la smania di conquiste è riuscito ad offuscare ma non a cancellare.

Ripartiamo lo stesso pomeriggio con direzione Tulum.. in questa località molti hippie inglesi hanno deciso di cambiare vita e fondare dei centri di turismo equo-sostenibile, costruendo dei mini-villaggi di capanne di legno, molto spartani, economici e con servizi in comune., alcuni però hanno il vantaggio di trovarsi direttamente sulla spiaggia.

La mattina presto, il cielo è semi-nuvoloso e approfittiamo per continuare le nostre visite culturali... eccoci alle rovine di Tulum, piuttosto malandate, ma hanno il privilegio di trovarsi nella fantastica cornice dell'azzurro mare caraibico, tra cactus, iguane e vedute da cartolina!!!

Passiamo la giornata nella spiaggia libera di Tulum.. una distesa di sabbia bianchissima, poche persone, un mare stupendo. Prima di rientrare alla pensione, diamo un'occhiata a 2 cenotes che si trovano nelle vicinanze.. l'aspetto è quello di un lago, ma le acque sono davvero limpide e cristalline.

Viaggiamo di notte in bus, (eccellente la linea di trasporti) verso il Chiapas per visitare le rovine di Palenque , le più belle in assoluto!!!!! Dopo Palenque e la sua splendida natura selvaggia.... CHichen Itza resta solo un antipasto!!!

E poi.. la città coloniale di San Cristobal de Las Casas, con i suoi vicoli colorati e festosi.. eccellenti ristoranti e ovunque un' atmosfera familiare. Vicino alla città, il famoso canyon del Sumidero, che si può visitare con una barca a motore.. se si ha fortuna si possono vedere anche i coccodrilli... forse non era la nostra giornata, ma la natura di questo posto, sicuramente merita una visita.

Passiamo qualche giorno in Belize prima di fare ritorno alla RIviera Maya per fermarci nella sue migliori perle : Playa del Carmen e Isla Mujeres, spiagge da sogno.... autentiche piscine naturali.
In queste due località si possono trovare soluzioni di soggiorno molto economiche e con un buon rapporto qualità/prezzo!!

Si mangia da favola, (da provare il pollo con Mole Poblano.. una salsa con peperoncino e semi di cacao!!) si dorme con pochi soldi, e la sera, ci si può anche divertire tantissimo!!!

Questo non è che un assaggio del Messico... un paese enorme che cambia il suo aspetto ad ogni angolo... mi fa promettere di tornare di nuovo.. magari in Baja California. (Pubblicato il 19 marzo 2008) - Letture Totali 355 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Messico: tutti gli articoli/racconti Messico: tutti gli articoli/racconti
Il Messico per gli amanti della natura Il Messico per gli amanti della natura. Selva Lacandones, Isla Mujeres, riserva di Celestún e Vulcani Popocatepetl e Iztaccìhuatl ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Il Messico per gli amanti della natura su Twitter
I colori del Chiapas I colori del Chiapas. Il Chiapas, regione montuosa che concentra un terzo degli indios messicani, e la popolazio...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi I colori del Chiapas su Twitter
Yucatan: Sol, playa y cenotes Yucatan: Sol, playa y cenotes. Lo Yucatan è la parte finale, di mare, del mio lungo viaggio lungo Guatemala e Messico, di...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Yucatan: Sol, playa y cenotes su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella