Home Destinazioni Destinazioni Europa Europa Grecia Grecia Grecia: Romanticissima Oia Romanticissima Oia

Romanticissima Oia

Racconti e Articoli di Viaggio

Sembrerà banale, o la solita frase fatta, ma non esiste un luogo più romantico inserito in un contesto paesaggistico tanto incantato come Oia, sull'isola di Santorini.

Romanticissima Oia

Santorini mi è rimasta nel cuore. E' come ve la descriverò, e anche di più, ma per apprezzarla appieno è necessario visitarla... e amarla dal primo all'ultimo minuto che vi passerete.

Ci sono appena tornato per la terza volta con colei che sarà la mia futura moglie. Desideravo mantenere una promessa che avevo fatto a me stesso l'ultima volta che ci ero stato: ci sono luoghi che si possono vivere appieno solo se si è in due e innamorati, ma più di ogni altra cosa desideravo tornarci.



Santorini - Thira per i suoi abitanti - baciata da un tempo ottimo da aprile fin quasi a tutto novembre come tutte le Cicladi della Grecia, è quel che rimane di un vulcano per il resto sprofondato nel mar Egeo in occasione del terremoto del 225 aC, e oggi appare come una grande mezzaluna con alte falesie scure nella sua parte concava (la caldera vera e propria) dominate dai paesi di Oia, Fira e Imerovigli, che digrada dolcemente fino alle belle spiagge di sabbia lavica nera di Kamari, Perissa e Akrotiri.

Kamari è il più animato di sera e il più comoda per raggiungere il capoluogo Fira (bastano 10 minuti), ma è qui che si possono trovare gli alloggi più economici.
Diversissimo il discorso per Oia. Situata sulla punta nord dell’isola proprio sul bordo della caldera, è la perla di Santorini, con relativamente poche strutture ricettive ma tutte da Mille e una Notte, e quindi molto più care della media. Vale però la pena perché il paese è naturalmente romantico, e negli anni gli amministratori hanno saputo preservare e risaltare questa sua caratteristica, mantenendolo al contempo semplice e tradizionale.

Per dormire, si trovano offerte di vario tipo, dall'hotel al piccolo appartamento (studios) con terrazzo a vista caldera: noi abbiamo optato per un B&B vicino alla scalinata - da percorrere assolutamente- che porta alla baia di Ammoudi, un piccolo affascinante porticciolo e poco più in là rocce rosse su cui rilassarsi tra un tuffo e l'altro prima di concedersi un meritato pasto di pesce appena pescato a pochi centimetri dal mare.



Oia è una perla per gli amanti dei tramonti e della dolce vita, per chi desidera giornate semplici e vivere in un contesto che conserva ancora molta autenticità. Il paesino - dai bianchi dominati punteggiati da tutte le morbide tonalità del pastello e dell'arcobaleno come testimonia questa bella fotogallery - è interamente pedonale, in gran parte aggrappato alla falesia nera, che ne risalta ogni prospettiva dal mare.

La strada principale di Oia scoppia di turisti, specie quando attraccano le navi da crociera, oppure la sera, ma labirintica come è nei suoi vicoli e scalinate un angolo tranquillo in cui fermarsi per un assaggio o una bevuta o anche solo per scambiare due parole - quasi tutti i proprietari e gestori di negozi, ristoranti e baretti sono del posto e ne fanno un punto d'onore conservare modi e ambienti originari - lo si trova sempre.

Ma l'importante è essere sempre seduti ad tavolo in uno dei caffè sul bordo della caldera prima del tramonto. Credetemi sulla parola: non ha davvero eguali un aperitivo centellinato ad Oia davanti al sole che si tuffa nell'Egeo. E' qualcosa che tocca il cuore vedere i colori che, pur scurendosi, diventano così intensi da creare acquerelli viventi: basta solo uno di questi tramonti a ripagare tutto il viaggio.

E quando troppa tranquillità vi annoia, basta esplorare l'isola con un mezzo a noleggio, oppure fare un salto nella vicina Fira, capitale mondana dell'isola, anch'essa spettacolare nel suo stile di casette intonacate a calce con cupole tinte a blu arrampicate sulla scogliera a picco sulla caldera, per fare shopping, provare altri ristoranti o trovare animazione fino a tarda ora o ancora concedersi una passeggiata romantica a picco sulla caldera fino a Firostefani (dista da un solo km), dove godrete di una vista magnifica sia di giorno che di notte, quando Fira assomiglierà in tutto e per tutto ad un presepe.

Ritornerò, anzi ritorneremo! (Pubblicato il 16 luglio 2017) - Letture Totali 256 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Grecia: tutti gli articoli/racconti Grecia: tutti gli articoli/racconti
GRECIA: Terra di suoni, di antichi miti, di amori lontani ritrovati GRECIA: Terra di suoni, di antichi miti, di amori lontani ritrovati. Saggio di ETNOMUSICOLOGIA, di Giorgio Mancinelli
...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi GRECIA: Terra di suoni, di antichi miti, di amori lontani ritrovati su Twitter
La Grecia Classica, un paese incantato La Grecia Classica, un paese incantato. Tour fra Olimpia, Micene, Corinto, Atene e le rovine della magica Delfi, di Ilaria...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi La Grecia Classica, un paese incantato su Twitter
Dolce Kythira Dolce Kythira. Il breve racconto di un'isola della Grecia poco nota, Citera, di Alberto Angelici...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Dolce Kythira su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella