Home Destinazioni Destinazioni Medio Oriente Medio Oriente Yemen Yemen Yemen: Yemen, il Paese più bello del Mondo Yemen, il Paese più bello del Mondo

Yemen, il Paese più bello del Mondo

Racconti e Articoli di Viaggio

Yemen, il Paese più bello del Mondo, di Beatrice De Filippis per www.mondointasca.org

Yemen, il Paese più bello del Mondo

Sito o fonte Web: www.mondointasca.org Esiste ancora un paese tracciato dalle rotte delle antiche carovane dei mercanti di pepe, caffè e incenso; un paese uguale a sé stesso, un gioiello che splende di luce propria da secoli e secoli.

Un paese rimasto isolato a lungo perché all’estremità della penisola Arabica, preservandosi così dalla cupidigia dei trafficanti mondiali e dalle infinite stolterie del mondo moderno.

Un paese che ha dato i natali all’algebra e profumato i palati del mondo con i migliori caffè e i mieli più dolci; un paese dove le notizie arrivano ancora per radio o in occasione dei mercati settimanali, mentre la corrente stenta ad arrivare dappertutto.

Un paese dove la gente si veste seguendo una moda vecchia di secoli e le finestre a mosaico prendono il nome dalla luna: khamarya.

Un paese nato come Arabia Felix, perché fertile e baciato dai monsoni e da cui partivano carovane cariche di incenso e mirra per profumare i templi della Roma imperiale.

Un paese famoso sin dall’antichità, quando era la sede del regno della Regina di Saba, fiorito mille anni prima di Cristo. Un paese che, nemmeno negli anni d’oro del turismo, si è fatto trasformare dalle mode straniere. Un paese che festeggia i matrimoni in strada, per la gioia di tutti. Un paese dalle famiglie numerosissime, nelle quali viene ancora insegnato il rispetto per i più anziani. Un paese eclettico, che ha costruito i primi grattacieli di argilla e sabbia e dighe che sono passate alla storia. Per Pier Paolo Pasolini era “Il paese più bello del mondo”. È lo Yemen. Sì, il Paese più bello del mondo.

Un caratteristico palazzo di Sana'a, la capitale del Paese, che appartiene al Patrimonio mondiale tutelato dall'Unesco

Sono arrivata a Sana’a nel 2006. Non era la mia prima volta qui. Ma la prima volta in pianta stabile, per lavoro. Un lavoro accettato, quasi senza pensarci, dicendomi: “perché no?”. La vita mi aveva portato a destra e sinistra per il mondo, ma lo Yemen era uno dei miei ricordi più dolci; India e Yemen erano da sempre nel mio cuore.

Estate 1990. In un cineforum di provincia, bollente, mi trovai per caso a veddere i “Fiori delle Mille e Una Notte” di Pasolini. Ai tempi pensai: “che favola...”. Del film mi rimasero impressi gli interni, la magia di certi ambienti, le atmosfere. E in quegli ambienti ora, non mi pare nemmeno vero, vivo, mi muovo, condivido attimi e cerco di costruire qualcosa. Da turista lo Yemen, chiedetelo a chiunque, è semplicemente indimenticabile; indiscutibilmente bello. Da europea che vive e lavora, per altri versi, posso usare lo stesso termine.

Vivo nella Città Vecchia, protetta dall’Unesco, tra palazzi tutti storti costruiti centinaia di anni fa, decine di piccole moschee, centinaia di artigiani con le loro micro botteghe e persone dal cuore immenso che, ad ogni Ramadan - e non solo - bussano alla porta di casa per condividere il cibo.

A Sana’a non si è mai soli. Dicono che per ogni abitante, vi siano sette persone che vegliano su questo singolo individuo: uomo o donna che sia. Abituata agli standard europei, molto riservati, questa condivisione di vita all’inizio mi è sembrata eccessiva, non me ne capacitavo. Queste famiglie di dieci, quindici, venti persone, mi sembravano quasi ingombranti. Ora non riesco a fare a meno di salutare per prima le persone che incontro, con il saluto che è una benedizione: Salamaleykum, la pace sia con te. E quando ci si incontra, nel mondo arabo, non basta un saluto veloce. Ci si bacia, si chiede della mamma, del papà, del nonno, dello zio, dei fratelli, e poi daccapo, un’altra volta: mamma, papà, nonno, zio, eccetera. E qua e là, comunque, si ringrazia Dio per tutto. Nel bene o nel male, Ilhamdulillah. Come stai? Ilhamdulillah, grazie a Dio... continua "Yemen, il Paese più bello del Mondo" (Pubblicato il 13 novembre 2009) - Letture Totali 324 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Yemen: tutti gli articoli/racconti Yemen: tutti gli articoli/racconti
Socotra, l'isola dei delfini Socotra, l'isola dei delfini. Viaggio a Socotra, di info@socotraguide.com...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Socotra, l'isola dei delfini su Twitter
Double Rooms Double Rooms. Libro di viaggio nello Yemen, di Alighiero Adiansi. Il libro e’ reperibile presso tutte le...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Double Rooms su Twitter
Da Sana’a a Tarim lungo la Via dell’Incenso Da Sana’a a Tarim lungo la Via dell’Incenso. Itinerario da Sana’a a Tarim, al Wadi Hadhramaut, lungo la Via dell’Incenso, nello Yemen, ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Da Sana’a a Tarim lungo la Via dell’Incenso su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella