Home Destinazioni Destinazioni Africa Africa Marocco Marocco Marocco: Abdhul di Imouzer Abdhul di Imouzer

Abdhul di Imouzer

Racconti e Articoli di Viaggio

Ritratti del Sahara, di Roberto "Robo Gabr'aoun" - Inviato il 18 luglio 2008 da Robo GabrAoun.

Abdhul di Imouzer

Mattina molto presto. Sto viaggiando da Fes in direzione di Ifrane - Azrou col progetto di "perderci" tra le piste del plateau sommatale del Jebel Ibiane, nella Foresta dei Cedri. E’ inverno e fa molto freddo… Ieri, provenendo da Ouezzane, abbiamo dovuto in più punti guadare veri e propri torrenti in piena che occupavano la carreggiata. Camilla, la mia auto, ronfa tranquilla. Il suo cuore Diesel batte come un orologio ben regolato.

Eccoci ad Imouzer du Khandar, grosso villaggio alle pendici delle montagne di Ifrane, centro di villeggiatura per funzionari statali e militari… Sono circa le 8 del mattino, e decidiamo di fermarci per un caffè in uno dei numerosi bar che si affacciano lungo la via principale... Fermo il PatroL accanto ad una aiuola in prossimità di un baretto con tavolini all’esterno, che già al primo sole sono traboccanti di avventori… Anto scende e mi fa notare che il retrotreno di Camilla sta praticamente a metà incrocio… Decido di spostarla un poco, quel tanto che basta per non intasare la circolazione. Giro la chiave… e non accade nulla. Riprovo: niente.

Allora procedo ad una veloce diagnosi: il quadro comandi ha corrente perché tutte le spie si accendono, quindi riprovo…. ancora nessuna reazione se non un debolissimo, laconico "clic" che sale da sotto l’immenso cofano bianco. Ecco, ci siamo: arriva il panico. Spalanco il cofano spalancato. Sembra tutto in ordine e riprovo ad avviare mentre Anto sbircia nell’intrico di tubi e tubetti del mastodontico sei cilindri di oltre tre litri di cc e vede una piccola voluta di fumo azzurrino che sale su da non sa bene dove. Bene! Io credo sia il relais del motorino d’avviamento, ma non riesco a trovare dove diavolo ho messo il filo elettrico per provare a ponticellare… ma poi, forse, è il motorino d’avviamento che è andato, ed io potrei ponticellare fino a domattina senza risolvere niente. Ci armiamo di coraggio e cerchiamo un meccanico.Siamo in paese:un meccanico ci sarà, diavolo!

Vado ad una autostazione lì accanto… il meccanico arriva tra mezz’ora.Vabbè, aspettiamo… Dai tavolini del baretto si alza un omone baffuto. S’avvicina, chiede qual è il problema…dico che non so bene…e mentre guardo con lui nella pancia di Camilla vedo chiaramente uno dei morsetti della batteria spezzato…Trovato! Già, trovato… ma non ne ho uno di scorta. L’omone dice di chiamarsi Abdhul. Abita lì accanto, e crede di averne uno a casa. Gli dico che tra poco arriverà il meccanico dell’autostazione, quindi è probabile che un morsetto ce l’abbia, ma Abdhul parte ugualmente col suo scassatissimo Mercedes Benz.

Intanto arriva il meccanico… Gli spiego la storia. Ok. Ha morsetti da vendere, ma lo vuole montare lui. E va bene, montalo pure, ma poi me ne vendi almeno un paio, come ricambio, ok? Mentre il meccanico sistema il morsetto torna Abdhul. Non ha trovato il morsetto e si scusa. Nessun problema,amico, il morsetto l’ho trovato io e, come vedi, mi stanno già risolvendo il problema… Abdhul guarda l’uomo al lavoro, finchè tutto è a posto. Ok, provo? Provo.

Giro la chiave, aspetto con un po’ d’apprensione che si spenga la spia delle candelette, poi faccio avviamento: il motore si avvia, placido, con i sei cilindri che sbuffano con il loro consueto, meravigliosamente ritmo musicale... Felicissimo scendo e vado dal meccanico lì a due passi per pagargli il disturbo ed i morsetti (ben quattro) di ricambio.

Ed ecco Abdhul che mi piazza una delle sue enormi mani sul petto e mi ferma, ed in francese mi dice che pagare non è affar mio… Come non è affar mio? Diamine,Camilla è mia, chi vuoi che debba pagare? Per tutta risposta tira fuori il portafoglio e paga il meccanico che se ne va. Io resto lì, come un ebete, senza parole poi, realizzato quello che sta avvenendo, provo a protestare, ma Abdhul mi blocca la mano con cui sto tirando fuori il portafoglio dal marsupio. La blocca in maniera decisa, senza possibilità di replica, ma con un gran sorriso che gli illumina il viso, fin’ora arcigno, come se avesse sulla coscienza l’immane peso di non avermi potuto regalare i suoi morsetti,spersi in chissà quale angolo del suo garage…

"Perché?" chiedo con stupore… E con una semplicità disarmante lui risponde: "Perché sei benvenuto nella mia Terra, e perché tu possa averne sempre un bel ricordo." "Va bene, ma non so davvero come ringraziarti, amico sconosciuto. Lascia almeno che ti offriamo il caffè…" "No, guarda" dice, "devo proprio andare. Andate voi a prendere il caffè, poi proseguite il vostro viaggio… Sono certo che sarà meraviglioso…" e senza darmi il tempo di replicare sale sul suo Mercedes e scompare nella città.

Ancora increduli, entriamo nel baretto e facciamo colazione, con caffè e le piccole paste tipiche della zona di Fes… Parliamo con stupore e commozione dell’episodio appena vissuto, inaspettato, bellissimo… Stiamo ancora parlando di Abdhul quando,decidendo di avviarci, andiamo al bancone per pagare il conto… E ne avremmo parlato ancora per tutta la mattina: non c’era da pagare nulla… La colazione era offerta da Abdhul… Naturalmente... (Pubblicato il 18 luglio 2008) - Letture Totali 43 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Marocco: tutti gli articoli/racconti Marocco: tutti gli articoli/racconti
5 Cose da sapere prima di andare in Marocco 5 Cose da sapere prima di andare in Marocco. Per molti viaggiatori, il Marocco è solo un breve viaggio in traghetto e da una delle comp...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi 5 Cose da sapere prima di andare in Marocco su Twitter
Su e giù per il Marocco Su e giù per il Marocco. Dal titolo si capisce che abbiamo corso: una settimana cercando di vedere e avere tutto, s...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Su e giù per il Marocco su Twitter
Di corsa per il Marocco Di corsa per il Marocco. Un viaggio tra gole rocciose, palmeti verdissimi, spiagge lunghissime e dune del deserto b...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Di corsa per il Marocco su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Viaggio in evidenza!
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella