Home Destinazioni Destinazioni Asia Asia Maldive Maldive Maldive: Il Regno delle Isole Il Regno delle Isole

Il Regno delle Isole

Racconti e Articoli di Viaggio

Racconto di viaggio alle Maldive, di Adriano Socchi - Inviato il 13 gennaio 2004 da Adriano Socchi.

Il Regno delle Isole

Sito o fonte Web: www.adrimavi.com Maldive! Dopo averne sentito parlare per anni come di un posto fantastico, venerdì 28 giugno mi ritrovo seduto sul volo della Qatar Airways pronto a decollare, da Milano, alla volta del famoso arcipelago. Fino ad oggi avevo sempre scartato questa destinazione per via delle mie preferenze rivolte a tipologie di viaggi più itineranti, ma che cosa mi spinge, finalmente, alle isole Maldive? Ben tre sono i motivi: l’anniversario di matrimonio di mio fratello, il desiderio di un po’ di mare e spiaggia, di Mavi, dopo gli ultimi due viaggi, in cui abbiamo risalito in lancia il fiume Mekong, nel Laos, e attraversato in auto, la Namibia, ed infine la mia professione di agente di viaggio, per saper così consigliare i miei clienti.



Dopo tredici ore, comprese le due di coincidenza all’aeroporto di Doha, in Qatar, arriviamo all’aeroporto internazionale Hulhule, sito su di un’isola poco distante dalla capitale, appunto l’isola di Malè. Qui tutto sorge su di un isola, l’aeroporto, la capitale, i villaggi, le fabbriche... del resto ci sono solo isole! Per comprendere l’appellativo di "Regno delle Isole" (maniera in cui i maldiviani amano chiamare il proprio Paese) bisogna fare un passo indietro.

Sono comodamente seduto sull’aereo intento a leggere un articolo sulla rivista di bordo, dal titolo il Regno delle Isole, quando mi affaccio all’oblò e vedo apparire, in mare, sotto di me, a più di 8.000 metri, la miriade di isole che identificano questo stato arcipelago in tutto il mondo. Intuisco che il titolo non poteva essere più azzeccato tanto che me ne impossesso per questo resoconto di viaggio.



Viste dall’alto, le isole Maldive sono ancora più belle: infiniti cerchi di corallo, di color verde, turchese e celeste, e tutto intorno minuscole isole. Ufficialmente gli isolotti sono 1.192, ma spesso ne affiorano di nuovi e ne spariscono di vecchi ed è pressoché impossibile definirne il numero preciso. Esattamente 26 sono invece gli atolli su cui sono distribuite le isole. Per circa un’ora lo spettacolo è assicurato, fino a quando non si atterra.

Usciti dall’aeroporto c’è una lunga fila di piccoli banconi con l’insegna di ogni specifico Tour Operator, che qui raccolgono le comitive dei propri turisti.

Noi procediamo oltre in direzione di un molo dove vediamo attraccati alcuni dhoni, le ’imbarcazioni tradizionali del luogo, ancor oggi adoperati per il trasporto di merci, persone e nell’attività peschereccia. In inglese, ci rivolgiamo ad un ragazzo al timone di uno di questi dhoni per avere informazioni. Con nostra sorpresa, egli ci risponde in italiano. Per accompagnarci al nostro resort, il Giravaru, ubicato nella parte meridionale dell’atollo di Malè Nord, chiede 15 dollari americani a testa. In base alle notizie prese prima della partenza costatiamo che il prezzo è giusto, quindi accettiamo, una volta tanto senza mercanteggiare. Dovremo però aspettare che l’imbarcazione si riempia di gente.



Attendiamo trenta minuti prima di partire. Con noi, ci sono solo maldiviani, tutti diretti alla capitale. Dopo appena dieci minuti il dhoni ferma nell’isola di Malè. Scendono tutti e sale una ragazza italiana, Barbara, animatrice del villaggio Giravaru in cui saremo ospiti per cinque giorni. Abbandonando Malè scorgiamo la cupola della Grande Moschea ricoperta interamente di foglie d’oro, capace di contenere fino a 5.000 fedeli.

Facciamo subito amicizia con Barbara, che per sei mesi l’anno vive nell’isola di Giravaru, e ne approfittiamo per chiederle se vale la pena visitare Malè. Risponde "sì e no: sì per coloro che non hanno mai visitato un paese arabo. No per chi, invece, l’ha visitato."

Lungo il percorso vediamo qua e là, più o meno vicine, piccole isole. Passiamo poi di fronte ad una più grande, interamente occupata da una fabbrica. Da Malè impieghiamo 30 minuti per arrivare a Giravaru Island. Bevuto il cocktail di benvenuto, piombiamo subito in camera ad infilarci i costumi per andare a fare il primo di molti bagni. Dopo aver sguazzato per circa un’ora in acqua e dopo un’altra ora d’assoluto riposo sugli sdrai c’è già chi avverte un senso di claustrofobia. Optiamo per un’esplorazione dell’isola su cui siamo finiti. Dopo dieci minuti siamo di nuovo al punto di partenza. Se non fosse per due escursioni che compiremo nei giorni del nostro soggiorno il viaggio sarebbe già finito...



Non c’è niente a parte il mare, però che mare! L’acqua è incredibilmente cristallina e trasparente. Per cinque giorni, appena cinque giorni, viviamo in graziosi bungalow a soli dieci metri dal mare, sulla spiaggia di sabbia bianchissima per via dei microscopici coralli che la compongono. Le nostre giornate trascorrono in acqua: prima di colazione, al mattino, al pomeriggio, per concludersi con idilliaci bagni al tramonto. La temperatura del mare è ideale, 26° costanti tutto l’anno. continua "Il Regno delle Isole" (Pubblicato il 13 gennaio 2004) - Letture Totali 490 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Maldive: tutti gli articoli/racconti Maldive: tutti gli articoli/racconti
L'emozione del blu L'emozione del blu. Racconto di un soggiorno alle isole Maldive, di Laura Barile...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi L'emozione del blu su Twitter
Maldive Maldive. Passaporto
Dal 5 gennaio 2016 il dipartimento dell’immigrazione delle Maldive richied...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Maldive su Twitter
Maldive Maldive. L'arrivo alle Maldive è sempre alla capitale Malè e, da qui si prende il mezzo di trasport...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Maldive su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella