Home Destinazioni Destinazioni Africa Africa Kenia Kenia Kenia: L'invasione dei cervi volanti L'invasione dei cervi volanti

L'invasione dei cervi volanti

Racconti e Articoli di Viaggio

Racconto di un Safari nello Tsavo, Kenya, di Gabriele Bròcani - Inviato il 15 maggio 2007 da Chengo.

L'invasione dei cervi volanti

Odiavo i safari di due giorni.
Troppa fatica.
Troppa strada.
Troppa terra rossa negli occhi e nel naso, troppo poco tempo perfino per individuare una tipa da rimorchiare...anche perchè all'ora della partenza è buio e le facce dei partecipanti sono buste di carta talmente accartocciate che resta difficile poter distinguerne la fisionomia.
L'abbigliamento per un safari alza al massimo il coefficiente di fallibilità nel riconoscerne il sesso e in qualche caso, addirittura la specie di appartenenza.
 
Adriana mi disse che io ero il più indicato per questa delicata missione che mi sembrò subito assolutamente priva di apprezzabili probabilità di successo.
Mi fornì delle motivazioni vagamente "mistiche" legate alle raccomandazioni di un certo pezzo grosso dell'industria farmaceutica di assecondare, in tutto e per tutto, quel manipolo di sfigatissimi amministrativi pugliesi in vacanza premio.
 
Mi raccomandò anche di indossare l'uniforme, cosa che come tutte le altre volte puntualmente non feci.
 
La mattina seguente Nicodemo mi strombazzò al telefono il suo buongiorno, con un tono imbevuto di un sospetto e ingiustificato buonumore, considerata l'ora.
Aveva sicuramente fumato.
Lo detestai.
- Mr Gabriel, it's 4:30 am!...the guests is coming…the drivers are waiting for you! And your breakfast is ready! - proclamò quasi cantando -
-si siiii.... I'm on my way! – risposi con un lamento, e chiamando a raccolta insieme alle mie energie una dozzina di imprecazioni in swahili che avrei usato sicuramente durante il viaggio.
Mi informai sul numero dei partecipanti, dei mezzi e sugli autisti direttamente sotto la pagoda in makuti che fungeva da punto di accoglienza davanti alla reception.
In tutto 33 persone.
Era buio e l'aria era umida come l'alito di uno gnu con la gotta.

C'erano quattro minibus e il solito scomodissimo vecchio Land Rover che avrebbe guidato il convoglio e sul quale avrei lasciato i classici due.... (scarica il file zippato da http://www.viaggiatorionline.com/download/39.zip) (Pubblicato il 15 maggio 2007) - Letture Totali 269 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Kenia: tutti gli articoli/racconti Kenia: tutti gli articoli/racconti
La mia Africa La mia Africa. Impressioni di un viaggio in Kenia, attraverso i safari di Tsavo - Shimba - Funzi più Momb...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi La mia Africa su Twitter
Lasciare il cuore in un pugno di sorrisi Lasciare il cuore in un pugno di sorrisi. Il diario del mio viaggio in Kenya a agosto 2006, tra le strade di Ukunda e lezioni di ita...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Lasciare il cuore in un pugno di sorrisi su Twitter
Circonciso per diventare guerriero Circonciso per diventare guerriero. Racconto di viaggio tra le usanze dell'etnia Samburu del Kenia, di Monica e Donato Cianchi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Circonciso per diventare guerriero su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Viaggio in evidenza!
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella