Home Destinazioni Destinazioni Africa Africa Etiopia Etiopia Etiopia: Surma, il popolo guerriero Surma, il popolo guerriero

Surma, il popolo guerriero

Racconti e Articoli di Viaggio

Racconto di una escursione in territorio Surma, nella valle del fiume Omo, nel sud ovest dell'Etiopia, di Uliano Massimi - Inviato il 16 febbraio 2007 da uliano65.

Surma, il popolo guerriero

Due guardie armate assoldate a Kibish dai nomi impronunciabili precedono di poco i nostri passi su per la collina verso le sorgenti di Magologni. Siamo in territorio Surma, una delle etnie omotiche piu’ interessanti della bassa valle del fiume Omo nel sud-ovest dell’Etiopia.

Chik, la guida surma, e’ un piccolo ometto vestito tutto di bianco con cappello stile occidentale e una vistosa gobba sulla schiena. Controlla minuziosamente i nostri movimenti mentre ci fermiamo con un pastore che trasporta in un contenitore di zucca del latte di mucca appena munto. Una delle nostre guardie tira fuori un birr dalla cartucciera del Kalashnikov in cambio di qualche sorso di liquido ancora caldo. Poco lontano, in una pozza di acqua stagnante, un gruppo di bambini si sta cospargendo il corpo di fango mentre, in una buca vicino, una bambina dal viso dipinto di bianco tenta di dissetarsi aiutandosi con un recipiente ricavato da una zucca. Nei lobi inferiori delle orecchie penzolano come gioielli due pezzetti di legno di forma cilindrica.



Mentre continuiamo a salire altri bambini dal corpo coperto di fango con strane decorazioni di argilla sopra la testa scendono dal villaggio di Kormu con la speranza di strapparci qualche fotografia in cambio di pochi birr. Ci affianchiamo, nella successiva discesa, a giovani pastori surma che stanno accompagnando il bestiame all’abbeverata nella valletta vicino alle sorgenti. Alti e longilinei mostrano fieri sui loro corpi nudi disegni astratti color bianco e ocra e semplici occhiali costruiti con paglia secca.

In mano un kalashnikov o lunghe verghe di legno di quelle utilizzate per i donga, aspri combattimenti che si tengono alla fine della raccolta dei cereali tra contendenti di villaggi vicini a dimostrazione della propria forza. L’acqua ferrosa sgorga dalla roccia mescolandosi al ruscello oramai in agonia in attesa che ritornino le piogge. Giudicata medicamentosa alcuni surma, comprese le nostre guardie armate, ne trangugiano grandi quantita’ dilatando le loro pancie in maniera impressionante. 2, 3 o forse piu’ litri cominciano a centrifugare nei loro stomaci fino a quando, dopo qualche minuto di attesa, la espellono con vigorosi getti.

Nel frattempo Magologni si e’ riempito di gente. C’e’ chi si ripulisce dell’argilla nell’acqua putrida sopravvissuta, chi approfitta per ritoccare i disegni sul proprio corpo nudo, chi riempie lo stomaco di acqua color ruggine, chi depila la testa dell’amico con le lamette regalate da Mario, chi controlla la propria bellezza con gli specchietti regalati sempre da Mario, chi pulisce il proprio piattello labiale prima di inserirlo nel labbro inferiore lasciato penzoloni e chi cerca disperatamente ombra come noi tre. Dopo aver sgranocchiato un paio di scatolette di tonno e delle gallette cominciamo a risalire i fianchi della montagna per raggiungere il villaggio di Kormu. continua "Surma, il popolo guerriero" (Pubblicato il 16 febbraio 2007) - Letture Totali 613 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Etiopia: tutti gli articoli/racconti Etiopia: tutti gli articoli/racconti
Etiopia: ora la meta è Dallol Etiopia: ora la meta è Dallol. Dallol, un luogo senza eguali che ci riporta alle origini del pianeta. Per i Dancali è il ...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Etiopia: ora la meta è Dallol su Twitter
Viaggio in Etiopia Viaggio in Etiopia. Impressioni di un viaggio in Etiopia nel Novembre 2005, di Sara Francucci (sarafrancucci@v...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Viaggio in Etiopia su Twitter
Le chiese rupestri del Tigrai Le chiese rupestri del Tigrai. Le chiese rupestri del Tigrai, di Monica Genovese per www.ilreporter.com...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Le chiese rupestri del Tigrai su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella