Home Destinazioni Destinazioni Caraibi Caraibi Cuba Cuba Cuba: Le jineteras Le jineteras

Le jineteras

Racconti e Articoli di Viaggio

Breve saggio sulle Jineteras, motivo per cui molti turisti maschisi recano a Cuba, di Aldo Galvagno - Inviato il 13 gennaio 2004 da Aldo Galvagno.

Le jineteras

Sito o fonte Web: www.siporcuba.it Belle e possibili. Impareggiabili treccine al vento, bolerini di strech, tanga mozzafiato, sguardo acuto, bocche carnose, occhi da cerbiatti. Le jinetere ("cavallerizze" per il loro modo di cavalcare il turista in cerca di una illusione o di solo sesso) rappresentano tutto quello che l'immaginario collettivo maschile, cerca da una ragazza. Giovani, disinibite, al tempo con le mode, offrono la loro gioia di vivere ed il loro bisogno di tutto, allo straniero (denominato "pepe" o "yuma") in cambio di pranzi, vestiti, regali e dollari. Il problema principale è quello di scegliere.



Al turista smarrito che arriva a L'Avana oppure a Varadero (anche se adesso in queste località sono quasi sparite del tutto a causa della repressione derivante dalla moralizzazione che lo Stato Cubano sta attuando contro la prostituzione), appaiono all'improvviso, diluite in piccoli gruppetti di 2 o 3 ragazze. C'è quella più carina del gruppo, e c'è quella che comanda la brigata. Dividono tra loro il poco tempo libero (cioè quello passato al di fuori a quello dedicato al turista) parlando dei loro sogni ed immaginando il prossimo "pepe" accalappiato. Commerciano tra loro gli oggetti regalatigli dalla loro ultima conquista, come si dividono - in uno scambio di mutuo accordo - vestiti, scarpe, profumi e trucchi per farsi belle.

La jinetera non è una prostituta, almeno come la intendiamo noi. Precisa ed informata come una agenzia di viaggi (conosce a memoria tutti i voli in arrivo e partenza da Cuba e tutti i tour operator che organizzano i soggiorni), attende il turista all'entrata dell'albergo e, studiandone il comportamento solo per qualche ora, la jinetera identifica il "suo" turista, in base alle caratteristiche dello stesso. Poi, passa all'attacco.

Fiera come una belva (nei confronti della concorrenza delle altre ragazze cubane) ma dolce ed affabile nei modi, tesse una fittissima rete intorno alla sua preda, della quale già pregusta i frutti, facendola cadere in una inevitabile trappola.



Di solito sono complici il sole, il mare e gli afrori tropicali che innestano, laddove ce ne fosse ancora bisogno, strane voglie ed insaziabili pruriti. Il turista, già predisposto dal "sentito dire", pensa superficialmente che la ragazza che gli si propone non sia altri che una prostituta con la quale passare una settimana all'insegna del divertimento e del sesso sfrenato. Ciò corrisponde in parte a verità, ma è una ipotesi molto riduttiva. La complessa realtà è quella che la jinetera, mai si farà sentire come una puttana ma, con modi e discorsi, si farà accettare come la ragazza tropicale della porta a fianco, fatta solo di sentimento e dolcezza.

Sesso sì, ma consapevole del fatto che è lei che, alla fin fine, ha scelto di farlo e con chi. A volte tutto ciò è vero. Altre volte si nascondono tristi circostanze. Ragazze che professano la jineteria sono già sposate con ragazzi cubani che le mandano, con tutti i mezzi, a battersi con le altre alla conquista dell'italiano o dello spagnolo che le regalerà oggetti, vestiti e, soprattutto, preziosi dollari che finiranno nelle tasche del poco geloso marito.

Nel periodo speciale, quando la crisi economica era al culmine, ragazzi e ragazze da tutte le parti dell'isola, mossi dalla fame e dal bisogno di sentirsi vivi, iniziarono una lunga emigrazione verso le località dove la presenza dei ricchi turisti era maggiore. Dal centro di Cuba e dall'Oriente, salirono al nord raggiungendo Varadero e l'Avana, migliaia di giovani che iniziarono velocemente a relazionarsi con i turisti per godere i frutti di una non proprio disinteressata amicizia. Oggi Cuba rappresenta la patria del mercato nero del sesso, surclassando anche nazioni come il Brasile, dove la prostituzione aveva raggiunto il massimo ascensionale.

La differenza è fatta da sguardi dolci, da parole sussurrate all'orecchio, dalla importanza che danno al turista e che lo fanno sentire apprezzato ed amato per l'eternità.

Immaginate il successo di tale politica, riscontrato nelle sensazioni di un operaio del nord abbruttito da 11 mesi di anonimo lavoro in fabbrica, o del piccolo imprenditore padre di una famiglia oramai adulta e poco propensa ai sentimenti, trovare un'anima gemella, giovanissima e disponibilissima che si commuove per un piccolo regalo, o che ringrazia per un invito a cena. Un cupo alone di dolcezza si incunea nel cuore del nostro turista che, per tutta la durata del suo soggiorno, continuerà a regalare e a promettere tutto il possibile. La bomba ad orologeria esploderà durante il viaggio di ritorno.

Quelle lunghe ore di volo passeranno in compagnia del ricordo dell'ultima notte d'amore, dello straziante "arrivederci" lanciato nella gremita sala d'attesa dell'aeroporto tra una lacrima ed una birra Hatuey o, ripensando, alla pelle giovane e vellutata della propria novia. continua "Le jineteras" (Pubblicato il 13 gennaio 2004) - Letture Totali 288 volte - Torna indietro

0 Commenti - Voti : 1 Media :   Commenti

Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Cuba: tutti gli articoli/racconti Cuba: tutti gli articoli/racconti
Finalmente Cuba! Finalmente Cuba!. Finalmente Cuba!, di Mieiviaggi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Finalmente Cuba! su Twitter
Mambo d'amor cubano Mambo d'amor cubano. "Mambo d'amor cubano" fa parte di un libro dell'autrice che ha anche titolato così una sua...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Mambo d'amor cubano su Twitter
Cuba: l'isola che c'è Cuba: l'isola che c'è. Racconto di un viaggio a Cuba: luoghi o incontri particolari e anche informazioni utili, d...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Cuba: l'isola che c'è su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella