Home Destinazioni Destinazioni Europa Europa Spagna. Canarie Canarie Spagna. Canarie: Lanzarote: un sogno divenuto realtà Lanzarote: un sogno divenuto realtà

Lanzarote: un sogno divenuto realtà

Racconti e Articoli di Viaggio

Resoconto e racconto di viaggio a Lanzarote, forse la più affascinante isola delle Canarie, Spagna, di Claudio Montalti - Inviato il 12 gennaio 2004 da Claudio Montalti.

Lanzarote: un sogno divenuto realtà

Sito o fonte Web: www.claudiomontalti.net La cosa per me più sorprendente e stupefacente di Lanzarote è stata vedere coi miei occhi la fusione tra arte e quotidianità, realtà e sogno. Lanzarote è la dimostrazione di come il progetto di un uomo di sposare la sua terra alle sue visioni si sia perfettamente realizzato e si perpetui grazie alla sua immediatezza ed efficacia.

Cèsar Manrique è per l'isola quel che Cristo è per i cristiani: un profeta, una guida, la prova che niente è abbastanza grande da non potere essere contenuto nel cuore di un uomo. Il sogno di Manrique era però troppo grande per essere racchiuso nelle sue opere, che pure sono a loro volte gigantesche in dimensioni oltre che nella loro stravaganza. Lo spirito libero e ribelle, i colori forti, le forme visionarie, le linee scarne e al tempo stesso rivoluzionarie e i materiali semplici e naturali delle sue opere racchiudono e svelano da soli lo spirito di Lanzarote e viceversa.



In tutta l'isola si respira la sua presenza. Il bianco è - quasi - l'unico colore estraneo al paesaggio naturale, composto di tinte scure, forti e spesso drammatiche. Proprio il bianco trasforma unnambiente che sarebbe altrimenti estremo in un insieme fiabesco e rilassante, giocoso e armonioso, un ambiente che in definitiva tenta la voglia di trasferirsi a vivere per sempre.

Con la sua pulizia e i suoi accostamenti, i suoi paesini da cartolina e i suoi campi spettacolari, i suoi profili a volte arrotondati e morbidi, altre netti e taglienti, i suoi contrasti cromatici così forti, Lanzarote è come un immenso giardino-museo curato nei minimi particolari. Assomiglia ad uno di quegli spazi zen silenziosi e ben proporzionati, rilassanti e ricostruenti per l'anima, dove in ogni angolo batte un tempo senza tempo. Naturalmente, il turismo e i suoi indotti "massivi" punteggiano anche troppo le coste, ma le città-villaggio turistico di Lanzarote sono da vent'anni obbligate a seguire un piano regolatore fatto di rigidi vincoli architettonici, di misure, di materiali di linee e di colori.



Cèsar Manrique, preoccupato di impedire il deterioramento della sua isola dagli influssi del turismo nordico, grazie al prestigio e all'influenza guadagnate esponendo a Madrid, Londra e New York alla fine degli anni 60 chiese e ottiene dal governo spagnolo che Lanzarote venisse dichiarata "isola protetta di spciale interesse turistico" per decreto governativo. Allora quattro diventa il numero massimo di piani in altezza, viene introdotto l'obbligo di curare e proteggere le aree verdi adiacenti, comprese la fauna e la flora endemiche, diventa imperativo di riverniciare a calce le proprie case, viene proibito qualsiasi tipo di pubblicità stradale (anche se ne troverò), vengono rispettati severi piani urbanistici e regolatori per aree, strade e fabbricati, si fondano e finanziano parchi naturali protetti.

Ma è nei punti di forza dell'isola che l'artista-architetto ha dato il meglio di sè. Egli progetta e realizza illuminazioni, architetture e abbinamenti di colori e materiali e gli arredamenti per il Jameos de Agua e le Cuevas del Los Verdes, Timanfaya e il Mirador del Rio, più altre attrazioni minori. Suggerisce piani urbanistici perfettamente sposati all'ambiente per Teguise, Yaiza e Uga, villaggi gioiello dell'isola che tanti altri hanno imitato. Il suo disegno, le sue opere e il suo sogno sono spiegati ed esposti nell'ampia area della Fondazione Cèsar Manrique, che tutto sommato si rivela una piccola delusione dopo avere "bevuto" ad occhi costantemente sgranati la maestria con cui si è cimentato in tutta l'isola. La mia non è una parola da intenditore, sia chiaro. Francamente, non capisco l'arte e difficilmente l'architettura è capace d'emozionarmi. Ma le opere di Manrique nel contesto di Lanzarore... beh sono davvero emozionanti...



Le case, tutte le case dell'isola con le sole eccezioni di quelle di Arrecife, Costa Teguise e poche altre, sono tutte belle, armoniose, spettacolari, calde e ridenti come baite di montagna, e altrettanto fatate. Non per nulla sono stato costantemente tentato di comprarne una con l'immenso balcone sul mare (con i suoi pendii che digradano dolcemente verso la costa, il mare - o i mari - è visibile praticamente da ogni punto). In tale contesto, anche la colonizzazione - comunque presenta - diventa tollerabile anche se Puerto del Carmen, come Playa Blanca e Costa Teguise, sono un continuo ribollire di tedeschi e e inglesi, e presentano vie che ricordano Dublino piuttosto che Amburgo o Londra per la presenza di locali in tema e pub del tutto originali che paiono smontati pezzo per pezzo e qui ricostruiti. A proposito: tutti o quasi i ristoranti e locali sono rifiniti fin nei minimi nei particolari: l'influenza di Manrique giunge fino a loro. continua "Lanzarote: un sogno divenuto realtà" (Pubblicato il 12 gennaio 2004) - Letture Totali 99 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Spagna. Canarie: tutti gli articoli/racconti Spagna. Canarie: tutti gli articoli/racconti
Fuerteventura: l'isola delle libellule Fuerteventura: l'isola delle libellule. Racconto di un viaggio a Fuerteventura, l'isola più selvaggia delle Canarie, Spagna, tra s...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Fuerteventura: l'isola delle libellule su Twitter
I teneriffiani... I teneriffiani.... Racconto e impressioni di un viaggio a Tenerife, isola delle Canarie, Spagna, di Claudio M...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi I teneriffiani... su Twitter
Gran Canaria, l'internazionale Gran Canaria, l'internazionale. Racconto su Gran Canaria, la più varia delle Isole Canarie, Spagna, di Claudio Montalti...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Gran Canaria, l'internazionale su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella