Home Destinazioni Destinazioni Caraibi Caraibi Cuba Cuba Cuba: Don Juan de Camaguey Don Juan de Camaguey

Don Juan de Camaguey

Racconti e Articoli di Viaggio

Racconto di viaggio tratto da Cubalibro, monografia di Claudio Montalti, giunto alla ristampa. - Inviato il 12 gennaio 2004 da Claudio Montalti.

Don Juan de Camaguey

Sito o fonte Web: www.claudiomontalti.net Parlai per ore con "Don" Juan, una persona anziana e di colore, dai capelli bianchi e i modi garbati. Mi aveva colpito prima di tutto la sua voce, profonda e calma, così simile a quella di Raul che mi aveva tanto affascinato a L’Avana. Era coinvolgente.

Cieco da un occhio, che risaltava latteo e opaco contro la pelle scura del suo volto, nell’insieme Juan emanava la poesia e il carisma di quegli strani personaggi, vecchi e saggi, che sanno tutto della vita in quei film ambientati nel profondo sud degli Stati Uniti.

La distanza geografica da Cuba era poca.

Avevo giudicato "Don" Juan per come mi era apparso: un accattone. Mi aveva abbordato con la scusa dell'ora e poi aveva insistito per accompagnarmi nel mio giro turistico. Dopo un po’ di tempo che parlavamo, avevo voluto essere sincero e, un po’ vergognoso, gli avevo confessato la superficialità con cui lo avevo giudicato dalle apparenze.

Egli cominciò a ridere sonoramente, lasciandomi perplesso. In tuta risposta, Juan scoprì tutta mercanzia che portava nascosta sotto i vestiti, dal corallo nero al preservativo cinese, che tentava di vendere per sbarcare il lunario. "Don" Juan non era affatto un Don, un nobile, ma vestiva come una seconda pelle maniere da vero signore. Parlava e si muoveva da uomo sensibile e colto. Era pieno di idee stravaganti.

Era un profondo conoscitore della storia passata e recente di Camaguey e di Cuba, ascoltai rapito la sua voce che mi portava indietro di un secolo, nella Camaguey coloniale. Con cadenza lenta, narrò le battaglie campali di malinconici eroi popolari e i cruenti scontri della rivoluzione castrista. Respirai le atmosfere romantiche di cui era impregnata Camaguey, ogni angolo di quella città ricordava lo slogan 'Patria o Muerte', ovunque si ergevano monumenti e statue dedicate ad eroi della rivoluzione castrista come ai primi martiri che osteggiarono i Don spagnoli con decenni di anticipo. continua "Don Juan de Camaguey"

Ti piace lo stile di questo autore? CLICCA per acquistare una copia autografata di un suo libro, oppure per seguirne la carriera di scrittore. (Pubblicato il 12 gennaio 2004) - Letture Totali 201 volte - Torna indietro



Ti è stato utile (ti è piaciuto) questo contributo? Votalo!

Pagine correlate...


Cuba: tutti gli articoli/racconti Cuba: tutti gli articoli/racconti
Finalmente Cuba! Finalmente Cuba!. Finalmente Cuba!, di Mieiviaggi...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Finalmente Cuba! su Twitter
Mambo d'amor cubano Mambo d'amor cubano. "Mambo d'amor cubano" fa parte di un libro dell'autrice che ha anche titolato così una sua...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Mambo d'amor cubano su Twitter
Cuba: l'isola che c'è Cuba: l'isola che c'è. Racconto di un viaggio a Cuba: luoghi o incontri particolari e anche informazioni utili, d...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Cuba: l'isola che c'è su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella