Perù

Viaggi: cosa vedere tra mare, città, parchi...

 Da non perdere in Perù: mare, nudismo, citt�, parchi, artigianato

Cosa vedere (sintesi)
Il turista che si reca per la prima volta in Perù può seguire innanzitutto un percorso classico, che permette in particolare di ammirare la maggior parte delle rovine e dei reperti precolombiani. Partendo da Lima (da vedere il Museo dell'Oro, Av. A. de Molina 1100 Monterrico, Surco, e i dintorni di Plaza de Armas), si prosegue verso sud a Pachacamac, vasta area archeologica della cultura Ichimay ed Inca. Si arriva quindi alla Riserva naturale di Paracas, da cui si parte per un escursione alle Islas Ballestas (le Galapagos peruviane), che permette di ammirare anche la famosa e misteriosa immagine del Candelabro. A circa 150 km da Paracas si trova Nazca, cittadina conosciuta per le spettacolari linee incise nel deserto su un area di circa 500 km quadri. E' indispensabile volarci sopra per poterle vedere, e varie linee aeree offrono voli di circa quaranta minuti per 50 dollari. Nei dintorni di Nazca è quindi possibile recarsi a Pampa Galeras (il miglior posto del Perù dove poter ammirare le vigogne), e al notevole cimitero di mummie dell'epoca Nazca di Chauchilla. Assolutamente imperdibile è la splendida città coloniale di Arequipa (il pueblo blanco), con una visita al meraviglioso Convento di Santa Catilina. Da Arequipa molte agenzie offrono escursioni sul Canyon del Colca: considerato il canyon più profondo del mondo, offre in realtà le emozioni migliori al mattino presto, quando alla Cruz del Condor si può ammirare con un po' di fortuna la risalita dei condor lungo il canyon. A 320 km a sud ai Arequipa si trova Puno, brutta cittadina che si trova sulle sponde del lago navigabile più alto del mondo, il Titicaca: da qui si parte per escursioni alle isole galleggianti degli Uros (fatte di tortora), alle isole Taquile e Amantani. Sempre da Puno si parte per la visita a Sillustani (circa 37 km), suggestivo cimitero di epoca incaica e pre-incaica, con le sue particolari tombe funerarie (chullpas). Da Puno si risale fino a Cuzco, l'antica capitale del regno Inca, che non ha perso il suo fascino neppure con la contaminazione dell'architettura spagnola: si devono visitare anche gli immediati dintorni della città, dove si trovano le incredibili rovine della fortezza inca di Sacsayhuman, il santuario di Qenko, la fortezza rossa di Puca Pucara e il sito di Tambo Machay. Sempre da Cuzco si parte per visitare il mercatino di Chinceros, aperto solo la domenica mattina, come quello di Pisac, dove si trovano importanti rovine inca. Si procede quindi per la valle sacra del fiume Urubamba, visitando il pittoresco paesino di Ollantaytambo e la omonima fortezza inca che lo sovrasta. Si prosegue quindi in direzione di Aguas Calientes, fermata del treno proveniente da Cuzco da cui si prende il bus per Machu Picchu. Per visitare la città perduta c’è anche la possibilità di affrontare un trekking di quattro giorni (Inca Trail) con partenza dal km 77 o 82 della ferrovia, lungo un percorso meraviglioso che si snoda per le Ande per circa 50 km: posso assicurare che l’arrivo a Machu Picchu all’alba, quando ancora non ci sono turisti, senza vedere l’orribile ristorante posto all’ingresso basso della città, rappresenta un’emozione indescrivibile. (Attenzione: ultimamente il numero dei turisti che percorrevano l'Inca Trail era enormemente aumentato con conseguente aumento della sporcizia e di danni lungo il percorso; per cercare di ovviare a questa situazione, sono state imposte alcune restrizioni: permesso a non più di 500 persone al giorno; necessità di ricorrere a un tour o a una guida riconosciuta, pagamento di una tassa che varia dai 17 ai 50 USD. Appoggiandosi ad un'agenzia si vengono a pagare complessivamente 110-180 USD per 4 gg., portatori, cuoco, tenda e materassino compresi). Per quanto riguarda il Perù centro-settentrionale, trascorrete almeno un giorno a Copacabana, con la sua Via Crucis e la bellissima Chiesa. Se sei fortunato potrai anche assistere al "battesimo" di qualche automobile. Se ti piace la montagna (altezze elevate, pareti e ghiaccio) difficilmente troverai qualcosa di meglio della Cordillera Blanca peruviana. A circa 420 km da Lima si trova la cittadina di Huaraz, che funge da base per una visita alla spettacolare Cordigliera Bianca, recentemente dichiarata Patrimonio dell'umanità dall'Unesco; da qui si prosegue per Trujillo, piacevole città coloniale nei pressi di Chan Chan, dove si trovano i resti della capitale del popolo Chimu; oppure ci si può dirigere a Chavin de Huantar, sito archeologico ancora in parte sepolto e misterioso. Parco Nazionale di Huascaran al centro del paese, sulla Cordillera Blanca. Accesso via Lima-Huaras-Yungay. La cordillera tropicale più alta del mondo, con il grande spettacolo di alte cime perennemente innevate, ghiacciai, lagune alpine e interessanti mammiferi. Puno. Per gli amanti del deserto è d’obbligo una sosta all’oasi di Huacachina nei pressi di Ica. Purtroppo il lago incastonato tra le dune è stato irrimediabilmente deturpato, ma la salita su una delle dune, al tramonto, rileva un inaspettato panorama sahariano.

Si può perdere
Il bidone: il fantozziano tour da Puno alle Isole Uros (Lago Titicaca), con annessa escursione è quasi tragico: otto ore di lenta ed interminabile navigazione (quattro di andata e quattro di ritorno) sulle acque del lago. Nessuno ci aveva detto che la sosta a Takile (per le Uros la Lonely Planet ci aveva preparati) era di solo mezz'ora e che in quel tempo si doveva salire (scattanti) sul crinale del monte che separa il molo dal pueblo, scattare le foto agli indigeni e tornare soddisfatti al molo. La morale a posteriori per chi deve ancora partire è quella di pernottare a Takile e ancora meglio sulla sponda boliviana del lago, a Copacabana. L'insolita serenità del paese, a detta di tutti tranquillo e vivibile anche nottetempo (sulla sponda peruviana neanche ci si pensa ad uscire di notte) è davvero consigliabile.
Il tanto decantato mercato del pesce di San Andrés, vicino Pisco. Si tratta di cinque, sei bancarelle e nulla più. Evitate, poi, di mangiare un piatto di tartaruga che i ristoranti sul lungomare vi proporranno. La tartaruga è specie protetta, in quanto in pericolo d’estinzione.
Delle rovine dei dintorni di Cuzco, a meno che non siate appassionati d’archeologia, soltanto quelle di "kenko", tutto sommato, meritano un’occhiata, tralasciate "Puca-Pucará" e "Tambomachay". (Pubblicato il 23 giugno 2004)

Pagine correlate...


Peru: tutti gli articoli/racconti Peru: tutti gli articoli/racconti
Ancora Iquitos Ancora Iquitos. Ancora Iquitos, nella Amazzonia peruviana, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Ancora Iquitos su Twitter
In viaggio sul Rio Huallaga In viaggio sul Rio Huallaga. Cronache dalla Amazzonia peruviana, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi In viaggio sul Rio Huallaga su Twitter
Cuzco Cuzco. Cuzco, ombelico del Perù, di Luigi Cardarelli (tarapoto12@libero.it)...
Invia ad un amico Invia ad un amico Condividi Cuzco su Twitter

Questo contributo è frutto di un invio esterno a Viaggiatorionline.com. Se sei certo che esso violi le regole del Diritto d'Autore o della Proprietà Intellettuale ti preghiamo di avvisarci immediatamente utilizzando i Commenti, aggiungendo poi Abuso e motivazione. Grazie

Nota Bene:

Queste informazioni, spesso sintetiche, sono raccolte con metodo e spirito amatoriale e Viaggiatorionline non si assume nessuna responsabilità per ogni problema, danno o inconveniente che dovessero eventualmente derivare dall'uso delle stesse. Ti consigliamo di approfondire ogni informazione acquistando ora, on line, una guida completa e dettagliata Lonely Planet. La riceverai comodamente a casa tua.

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Acquista la tua Guida LP Perù SCONTATA!

In ogni caso, prima di prenotare/acquistare voli, alloggi, pacchetti o altri prodotti turistici, consigliamo SEMPRE di verificare informazioni come passaporto, visto, consigli, trasporti, vaccinazioni e ultime notizie con le relative autorità o venditori.

Registrati come Operatore Turistico
I Top LIKE...
NEWSLETTER VIAGGIATORIONLINE
Ricevi News, Consigli e Offerte direttamente sulla tua casella!

Iscrivi Cancella